logo incibum
Cristian Torsiello

Cristian Torsiello

Nello studio così come nelle prime esperienze lavorative è alla costante ricerca di emozioni da sperimentare e ha la fortuna di formarsi al fianco di chef come Nino Di Costanzo, Mauro Uliassi, Valeria Piccini, Gennaro Esposito ma soprattutto Niko Romito, di cui è stato sous-chef per diversi anni al Reale.

Questo bagaglio di valori semplici e di tenacia caratterizzano i suoi piatti. Così nel 2011 Cristian Torsiello a Valva, insieme a suo fratello Tomas, dà vita all’osteria Arbustico, proprio nella casa di famiglia

 

Chef Cristian Torsiello: il ristorante

Cristian Torsiello quando apre il suo primo ristorante lo fa con un forte senso di appartenenza e il fondamentale supporto familiare. La voglia di fare qualcosa nella sua terra, a casa sua, lo ripagherà ben presto.

Valva, un piccolo borgo di montagna nell’Alta Valle del Sele, infatti, diventa meta di gourmet e appassionati, anche se il viaggio per raggiungerla non è proprio dei più facili.

Una scelta, consapevole e saggia la sua, che pochi anni più tardi (nel 2015) regala a Cristian Torsiello la Stella Michelin: un ambito riconoscimento che porta lo chef ad ampliare il suo sguardo, ad allargare i confini e a trasferirsi. Arriva così il trasferimento a Paestum.

Sessanta km in linea d’aria ma due mondi separati: da un lato le colline, la campagna e le strade (semi) deserte, dall’altro le spiagge e i grandi alberghi. Ma non solo.

 

Cristian Torsiello Paestum: una location d’eccezione

Il nuovo corso di Osteria Arbustico, infatti, parte dal mare, dove la storia ha lasciato le tracce più vive della Magna Grecia, all’ombra dei templi, e dove la storia moderna la sta scrivendo proprio il settore della ristorazione.

Arbustico cambia veste, diviene più chic e conquista una location d’eccezione: la sala dell’Hotel Royal. L’anima però resta la stessa: pochi elementi e grande sostanza. Riflesso del carattere dello chef.

Dai monti al mare, dunque, la cucina di Cristian Torsiello resta subito riconoscibile, essenziale, diretta. L’abitudine alla stagionalità è congenita. Diversamente da quanto si possa credere, a Paestum ha la fortuna di continuare a concentrarsi su una cucina di terra. Paestum non ha una tradizione marinara e quindi la sua offerta in cucina, senz’altro più matura, è figlia del territorio.

Troviamo terra e mare in egual misura, un perfetto connubio che non eccede nell’articolazione di un piatto. Creatività e divertimento.

 

Cristian Torsiello: materie prime

Ascolto, osservazione e pratica della tecnica al fianco di grandi maestri della cucina Italiana, hanno alimentato in Cristian la voglia di crescere e dare un contributo del tutto personale a quanto appreso durante il periodo di formazione.

Nella cucina di questo chef, semplice e fatta di pochi ingredienti per piatto, si riconoscono la severità di Nino Di Costanzo, l’acume di Mauro Uliassi e l’approccio schietto di Gennaro Esposito ma, soprattutto, l’impronta di Niko Romito che gli ha insegnato il rispetto verso il territorio e le materie prime. Sono proprio queste che definiscono i piatti dell’Osteria.

Gli agnelli che vengono da Valva, i vegetali raccolti nell’orto e i prodotti del mare appena pescati. La disponibilità sul territorio di tutta la gamma stagionale è a disposizione degli chef e al centro ci sono i clienti a cui dedicare tempo ed attenzione. Prevale la voglia di far vivere in maniera serena il tempo che si trascorre a tavola e questo rispetto verrà ripagato con un’emozione unica, mai banale e mai convenzionale.

 

Cristian Torsiello: i corsi

Cristian Torsiello chef crede tanto nella formazione che non è semplicemente l’arrivare preparati, teoricamente o praticamente, quanto recepire ciò che un maestro ha da offrire. Il metodo, in questo, è fondamentale.

In una recente intervista ha affermato di avere la fortuna di insegnare in una scuola innovativa, come quella di Incibum, con laboratori all’avanguardia e un’organizzazione eccellente.

La cucina viene vissuta intensamente e il consiglio che rivolge ai ragazzi è quello di capire se è quello che vogliono fare nella vita, “altrimenti mollate subito per non rischiare di sottrarre spazio alla vita lavorativa e alla loro vera passione”.

Fare formazione cosa vuol dire per il maestro Torsiello far comprendere l’importanza di un gesto, il valore di quello che si fa. Lo chef Cristian Torsiello presso InCibum tiene il corso di “Finger food e appetizer: proposte e tecniche di preparazione”.

Un corso della durata di 12 ore che si rivolge a chef professionisti che vogliano approfondire la materia e che affronta diverse tematiche. Tecniche di preparazione delle varie specialità tra cui caprese stratificata, creme brulèe al provolone del Monaco, sushi cilentano, tartelletta cacio e pere, babà broccoli e salsiccia ed il savarin tonnato. Classici della cucina italiana, rielaborati secondo l’estro dello chef Cristian Torsiello che darà suggerimenti per la gestione di un buffet. Scopri tutti i dettagli dell’offerta formative sul sito e non perdere l’occasione di imparare da uno dei chef più promettenti della nostra cucina.

 

Cristian Torsiello FB - IG

Login

Vuoi creare anche un account?

Il Recupero Della Password

Hai perso la password? Per favore, inserisci il tuo nome utente o l'indirizzo email. Riceverai un link per creare una nuova password via e-mail.

Carrello 0

INCIBUM EXTRA