Docente: Alberto Citterio

Alberto Citterio nasce a Milano nel 1976 e, dopo gli studi, inizia a frequentare le cucine della grande ristorazione milanese, lavorando presso numerosi ristoranti gourmet quali: “Giannino”, 1* Michelin, “Joia”, 1* Michelin, “Il Sambuco”, presso l’ Hotel “Hermitage”, 1* Michelin. Dopo queste esperienze ha la fortuna di conoscere uno dei più grandi cuochi italiani, Angelo Paracucchi, che lo accoglie prima alla “Locanda dell’Angelo” di Ameglia e poi lo “dirotta” a Parigi al ristorante “Il Carpaccio” presso l’Hotel “Royal Monceau”.

Nel corso degli anni, e dopo gli insegnamenti di grandi maestri, diventa Executive Chef dell’Hotel “Le Sirenuse” di Positano (SA). Dopo dieci anni si sposta diventando Executive Chef nell’area di Trieste per le strutture "Starhotels Savoia Excelsior Palace", occupandosi della riapertura in occasione del G8. Alberto è sempre stato appassionato di cultura orientale, approfondita anche durante i viaggi e le collaborazioni a Tokio, Hong Kong e Singapore, dove ha promosso la cucina italiana e la propria esperienza.

Ha collaborato con locali tra i più importanti al mondo, quali l'Harry’s Bar Londra e Lausanne Palace a Losanna. Rientrato in Italia, è stato per cinque anni lo Chef Executive del primo hotel 7 stelle a Milano “Seven Stars Galleria” e per il gruppo Town House Hotels. Per lo stesso gruppo ha seguito vari progetti internazionali, tra cui la ristorazione del Padiglione del Brasile e del Kuwait, presso Expo Milano 2015, oltre che vari progetti in Cina.

In Italia ha collaborato con numerose riviste di settore, scuole di alta formazione e ha scritto numerosi libri di cucina, ultimo “W la ciccia”, manuale tecnico sugli usi, sulle lavorazioni, sulle cotture e sull’economia della carne in cucina. Attualmente segue diverse strutture come consulente, sia nell’ambito operativo (con lo studio di nuove tecniche e nuove ricette), sia nell’ambito organizzativo ed amministrativo (con la gestione delle risorse umane e il food cost).