Image Alt

Alessandro Romano

  /  Alessandro Romano
Alessandro Romano

Alessandro Romano

Docente In Cibum

“Amo la cucina regionale, differenziare i confini dei prodotti e dei piatti della nostra immortale cucina”

Classe 1977, lo chef Alessandro Romano si sente un predestinato. Nella smorfia napoletana al numero 77 corrispondono “e riavl” (i diavoli), simbolo del suo amore per i fornelli!

La sua crescita avviene nel pieno cuore di una città con tante ombre ma anche con tanti colori come Napoli.

Diplomato all’Istituto Alberghiero nel 1996, vive il suo percorso professionale lavorando al Grand Hotel Parker’s e all’Hotel Romeo a Napoli, al Principe di Savoia di Milano, alle Tre Vaselle Cantine Lungarotti di Torgiano, al Rasisson Hotel a Roma, all’Hotel delle Terme di Salsomaggiore Parma e con brevi esperienze all’estero in Svizzera e Messico, fino ad arrivare alla posizione attuale dal 2015 presso i Feudi di San Gregorio nell’aeroporto di Napoli.

Amo la cucina regionale, differenziare i confini dei prodotti e dei piatti della nostra immortale cucina”, spiega.

Nel 2015 fui chiamato da Paolo Barrale e mi illustrò il progetto aeroportuale dei Feudi di San Gregorio del bistrot all’interno dell’Aeroporto Internazionale di Capodichino, posizione che ricopro attualmente in qualità di resident chef. Mi fu chiesto di far da mangiar bene e veloce, sfatare il mito del fast food, con pietanze rivolte a tutto mondo, gestendo flussi esorbitanti fino ad arrivare a 12 milioni di passanti all’anno. Una grande sfida”.

Cucinare come atto d’amore, questo è il principio da cui nasce la sua filosofia. Sin da quando ha cominciato ad aiutare la sua mamma con le pastiere e sua nonna con gli gnocchi.

Trattare bene la materia prima, appassionarsi e poi innamorarsi del proprio lavoro, osservare nel quotidiano le simmetrie, le forme e i colori che ci circondano e trasformarli nelle loro avventurose creazioni, in fondo…. siamo artisti anche noi!”.

Corsi con Alessandro Romano

User registration

Reset Password