Sellalab, partner della scuola di alta formazione gastronomica in cibum

Sellalab tra i partner della Scuola In Cibum

La Scuola di Alta Formazione Gastronomica In Cibum si avvale della proficua collaborazione di prestigiosi partner, tra questi vi è Sellalab. I nostri partner ci hanno aperto, dunque, le porte del loro mondo raccontandosi e illustrando le ragioni di questa partnership.

Sellalab, la cultura dell’innovazione tra le imprese e nei territori

Di cosa si occupa Sellalab?

Sellalab è una piattaforma d’innovazione per le imprese con l’obiettivo di supportarne la crescita, i processi di open innovation e di trasformazione digitale, anche grazie all’interconnessione con startup innovative e con l’ecosistema dell’innovazione.

Nata nel 2013 all’interno del Gruppo Sella, ad oggi conta sedi a Biella, Lecce, Salerno e Milano, ciascuna avente lo scopo di contribuire alla crescita del tessuto imprenditoriale del territorio in cui si inserisce. In Sellalab, infatti, aiutiamo le imprese ad innovare e a cogliere le opportunità della rivoluzione digitale, attraverso un approccio aperto e strutturato.

Perché scegliere Sellalab?

Sellalab, nei territori in cui si inserisce, assume un ruolo di abilitatore per l’innovazione, in quanto interconnette le imprese che desiderano cogliere le opportunità della trasformazione digitale con l’ecosistema dell’innovazione. Ed è proprio questo focus sui territori e sull’importanza di creare connessioni che ha permesso a Sellalab di dare vita a ecosistemi territoriali di valore, unendo imprese, istituzioni, professionalità e gli attori che guardano al futuro e alla crescita del territorio stesso.

Sulla base della nostra esperienza contribuiamo a creare ecosistemi verticali su specifici settori, così da contribuire attraverso uno sviluppo aperto alla crescita di un’Industry e dei suoi appartenenti. Nel 2017 abbiamo creato e avviato a Milano il primo e più importante ecosistema fintech italiano (Fintech District) in collaborazione con Copernico.

Inoltre, Sellalab è parte del Gruppo Sella, e questo permette di offrire ai clienti l’ampia offerta e tutta l’esperienza di un gruppo bancario che ha oltre 130 anni di storia e che continua a guardare verso il futuro.

 

Quali sono i progetti futuri di Sellalab?

Sellalab lavora ogni giorno per diffondere la cultura dell’innovazione tra le imprese e nei territori in cui si inserisce. Il futuro ci vedrà coinvolti ancora maggiormente nel favorire la trasformazione digitale tra le realtà del territorio italiano, puntando sempre in particolar modo sull’open innovation e sulla valorizzazione dei talenti che possono rendere possibili e realizzabili i processi di innovazione. Questo sarà possibile anche grazie alla nostra forte presenza sul territorio, mettendo così a disposizione sempre di più la propria expertise eterogenea e know-how su temi di innovazione, per valorizzare la diversità dei settori di attività presenti nel nostro Paese.

 

La partnership tra Sellalab e la Scuola di Alta Cucina In Cibum

Quali sono i motivi che hanno spinto Sellalab a diventare partner di In Cibum?

Innanzitutto l’ambiziosità del progetto InCibum ci ha spinti a prendere parte in prima linea a questa iniziativa, che condivide sicuramente molti aspetti di fondo su cui si basa l’obiettivo delle attività di Sellalab. Infatti, così come Sellalab punta moltissimo su tematiche di sviluppo territoriale e innovazione nelle imprese anche in settori tradizionali, In Cibum ha come obiettivo quello di valorizzare uno dei settori più importanti del Made in Italy classico, cioè il food&beverage, interconnettendolo anche con tematiche attuali e di business.

Sellalab all’interno di questo progetto vuole mettere a fattor comune il proprio know-how acquisito negli anni grazie al contatto con realtà innovative, a supporto delle impresse in ambito food e degli studenti che vogliono veder crescere anche le proprie competenze di business.

 

Cosa si aspetta da questa partnership?

Il settore del food & beverage è una colonna portante del mercato italiano e del Made in Italy nel mondo. Tuttavia, questo settore è ancora molto legato alla tradizione, ma per rimanere al passo con la rivoluzione digitale in atto occorre che nascano progetti innovativi anche in questo ambito.

Ed è proprio questo il motivo che ci ha spinto a diventare partner di In Cibum, per sostenere lo sviluppo di queste iniziative e supportare la realizzazione di un hub mediterraneo interamente dedicato al settore del food e alla sua innovazione.

 

Quanto è importante la formazione dei giovani nel settore Food & Beverage?

Come in tutti i settori, sia la formazione tecnica sia lo sviluppo dello spirito imprenditoriale dei giovani talenti, il quale comprende una parte di consolidamento delle proprie attitudini ed una parte di accrescimento delle competenze hard e soft, è fondamentale per portare all’interno delle organizzazioni uno spirito proattivo che aiuti le imprese a svilupparsi in maniera sostenibile nel tempo.

La formazione di talenti, in particolare nel settore food, risulta di grande importanza, in quanto è noto essere un settore in cui l’Italia ricopre una posizione importante di leadership internazionale. Dunque, coltivare i migliori talenti all’interno di questo settore contribuisce a portare avanti la tradizione associandola con l’innovazione, creando concept rivoluzionari di ristorazione o tecnologie produttive che contribuiscano a rendere sostenibili le imprese di questo settore.

 

Perché scegliere la Scuola di Alta cucina In Cibum?

In Cibum offre non solo un parterre di eccellenze in campo formativo in materie food quali pasticceria, ristorazione, panificazione, ecc., ma completa queste tematiche in maniera innovativa con nozioni di business in ambito food, in modo da educare i futuri professionisti della ristorazione non solo con competenze pratiche ma con un background educativo orientato al mercato che permetta loro di sviluppare il proprio spirito imprenditoriale.

Tags: