fbpx
cuoco a domicilio, private chef professionista

Il cuoco a domicilio, un private chef professionista

Quando parliamo di cuoco a domicilio, chef a domicilio o di private chef o personal chef bisogna tener conto che si parla di figure professionali diverse fra loro. Le differenze non sono nettissime, soprattutto nei primi due casi, ma ci sono e bisogna tenerne conto.

Differenze tra cuoco a domicilioprivate chef e chef a domicilio

Quando parliamo di cuoco a domicilio parliamo di una figura professionale che si trova sotto la sorveglianza di un supervisore che, nella maggior parte dei casi, si tratta di uno chef. Lo chef a domicilio è invece una figura professionale che non è alle dipendenze di nessuno. È lui responsabile di tutti gli aspetti organizzativi e non solo delle mansioni che spettano a lui in maniera diretta, ma anche di quelle della sua brigata. Ad accomunare cuoco a domicilio e chef a domicilio è il fatto di essere figure professionali che vengono ingaggiate per un giorno o semplicemente per un solo pasto. Il personal chef, o private chef, è invece una figura professionale che segue in maniera diretta e con continuità il suo “datore di lavoro”, molte volte anche durante i viaggi, e che organizza i pasti in base alle esigenze alimentari, diete, allergie o semplicemente in base alle preferenze. Per una semplificazione assimileremo le figure di cuoco a domicilio e chef a domicilio, dividendole da quella del personal chef che, come già visto da una prima descrizione, è una figura totalmente diversa.

Come diventare chef a domicilio

Sicuramente il metodo più efficace per diventare cuoco a domicilio o, comunque, cuoco in generale è avere un’ottima preparazione. Ciò è possibile solo frequentando corsi di formazione altamente specializzati. Il vecchio, ma ancora utile, metodo del “passaparola“, una buona recensione da parte dei clienti e un sano e positivo “chiacchiericcio” garantirà nuovi ingaggi. Di notevole aiuto nella diffusione del proprio nome è l’utilizzo di un blog o sito internet che permetterà di poter caricare informazioni allegando foto ed immagini che hanno, sicuramente, un impatto maggiore. In Italia, visto il successo e la diffusione di questo mestiere nato in America 20 anni fa, è stata creata la “Federazione italiana personal chef” che ha il compito di far conoscere e formare figure professionali che, in maniera impeccabile, tengano alto il nome di tale professione.

Cuoco a domicilio prezzi

Quanto costa un cuoco a domicilio? È un lusso che tutti possono permettersi? Sicuramente permettersi un cuoco a domicilio non è per tutti. Le tariffe di uno chef a domicilio sono alte e dispendiose e variano secondo parametri che vanno da:
  • competenza e professionalità di uno chef. Uno chef alle prime esperienze avrà sicuramente un costo minore rispetto ad uno chef con maggiori esperienze e con un curriculum di alto livello;
  • menù che si va a scegliere. Un menù più articolato e con pietanze ed ingredienti più ricercati avrà sicuramente un costo più elevato rispetto a delle pietanze e ad ingredienti più semplici;
  • mansioni che lo chef deve ricoprire ed eventuale presenza di aiutanti in cucina, addetti alla sala, ecc.
Il compenso di un cuoco a domicilio, solitamente, si aggira intorno a un minimo di 100 euro per commensale. Il cuoco a domicilio si occuperà di portare con sé gli utensili e di fare la spesa (ovviamente con i vostri soldi).

Come diventare private chef

La trafila per diventare private chef non è diversa da quella per diventare chef a domicilio. Corsi di formazione e tanta esperienza sono fondamentali. La specializzazione in tipologie di cucine differenti (francese, orientale, ecc.) può conferire quella marcia in più necessaria a fare la differenza. Importanti, per chi vuole diventare personal chef, sono:
  • la capacità di essere versatili, così da poter accontentare ogni richiesta, voglia o stravaganza del cliente;
  • la capacità di inserire, anche nella ricetta più scontata, una nota di personalità così da rendere il piatto unico.

Sì Chef, il percorso formativo privato con uno chef stellato

Infine, ricordiamo che la Scuola In Cibum offre la possibilità, a chi lo desideri, di portare uno chef stellato presso la propria struttura. Si tratta del percorso Sì Chef con cui uno chef stellato o un docente specializzato terranno una lezione dedicata a professionisti o aziende del comparto Food tramite cui perfezionare e approfondire tecniche di cucina e conoscenze specifiche.