come scrivere il menu per il ristorante

Come scrivere il menu perfetto per il tuo ristorante

Scrivere un buon menu è sicuramente il miglior biglietto da visita per un ristorante. Un menu scritto in maniera “corretta” è un menu frutto di una collaborazione tra lo Chef e il Sommelier, che si occupano rispettivamente  delle proposte culinarie e della carta dei vini. La loro è una sinergia fondamentale per poter proporre al cliente un pasto che abbia i corretti abbinamenti tra food and beverage.

Come scrivere un menu perfetto

Scrivere un menu ristorante perfetto non è cosa semplice; bisogna essere, infatti, capaci di attrarre il cliente sia con le proposte gastronomiche, sia visivamente. Una grafica pulita e lineare, ovviamente, attira molto di più di un menu confuso e disordinato.

Mettere in evidenza i prodotti utilizzati è sicuramente importante, ma attenzione alle lunghezze! Un menu molto lungo potrà infatti indurre il cliente a non leggere e a non apprezzare le varie proposte. Attenzione, dunque, al numero di proposte! Troppe proposte e, di conseguenza, un menu molto lungo sarà meno avvincente di un menu piccolo che al suo interno ha una maggiore ricercatezza nei prodotti utilizzati.

Le idee per scrivere un menu devono essere in linea con quello che il ristorante vuole offrire. Un ristorante, ad esempio, che vuole puntare soprattutto ad una cucina tradizionale, semplice e che susciti nel cliente ricordi di infanzia, non inserirà proposte che fanno parte di uno stile che va verso una cucina moderna ed innovativa, per evitare di generare confusione nel cliente.

Di grande importanza, per creare un menu di alto livello, è l’aspetto grafico. L’utilizzo dei colori, la grandezza dei caratteri e la scelta della carta sono solo alcuni degli elementi che, paradossalmente, lasciano nel cliente un ricordo positivo della sua esperienza nel ristorante.

Creare il menu ristorante: cosa scrivere?

Nel paragrafo precedente abbiamo indicato alcune linee guida che possono essere utili, ma che non delineano, nello specifico, cosa scrivere in un menu. Bisogna, innanzitutto, fare una distinzione fra le varie tipologie di menu. Abbiamo menu per feste o cerimonie, il menu a tema, il menu a prezzo fisso, il menu degustazione, il menu alla carta, ecc.

Quello più conosciuto, e che generalmente si identifica con la sola parola “menu”, è il menu alla carta, ovvero il menu che comunemente troviamo sui tavoli di ristoranti, pizzerie, bar (ogni attività che propone un servizio ai tavoli ha, di norma, un menu).

L’organizzazione di un menu alla carta è sicuramente quello più complesso. Oltre all’elencazione delle proposte bisogna trovare:

  • giusto rapporto qualità prezzo. Prezzi troppo alti rispetto al servizio offerto porteranno sicuramente un malcontento nel cliente. Viceversa, prezzi troppo bassi, potrebbero comportare una notevole perdita per l’attività;
  • corretta assegnazione dei nomi ai piatti. In questo caso la parola d’ordine è semplicità! Al cliente piace sapere cosa va ad ordinare. Un nome semplice aiuta il cliente a comprendere di che piatto si tratti e ne facilita la scelta;
  • preciso ordine delle proposte. Bisogna seguire un ordine ben specifico: antipasti, primi piatti, secondi piatti, frutta e dolce. A loro volta le proposte dovranno essere inserite in base al prezzo (preferibilmente in ordine crescente).

Vuoi imparare a scrivere il menu perfetto per il tuo ristorante ? Partecipa al corso chef base della scuola In Cibum.