come diventare pasticcere professionista

Come diventare pasticcere professionista

Racchiudere la felicità e lo stupore in un boccone è la missione dei pasticceri che, come la metafora più famosa del mondo insegna, sono davvero chiamati a mettere la ciliegina sulla torta di un pranzo, di una cena o di un momento goloso. Fantasia, creatività e sperimentazione sono le armi da mettere in campo per ottenere la standing ovation dei commensali o dei consumatori mordi e fuggi. Un dolce è una piccola opera d’arte, capace di mettere il sigillo a un pasto perfetto.

Scuola e corsi per diventare pasticcere

Quale scuola per diventare pasticcere? È possibile diventare pasticcere senza alberghiero? Quanto guadagna un pasticcere in Italia? Queste sono alcune delle domande più comuni per chi intende intraprendere la carriera di pasticcere. Se si desidera svolgere il “lavoro più dolce del mondo” è necessario seguire un percorso professionale specifico. Innanzitutto è fondamentale avere determinate caratteristiche, prime fra tutte: creatività, pazienza e precisione. La creatività è una dote indispensabile per inventare dolci sempre nuovi e originali; la pazienza consente di sopportare le lunghe e complesse preparazioni, oltre che le richieste dei clienti più esigenti; infine, la precisione e la cura dei dettagli sono requisiti imprescindibili in un mestiere in cui dosi e rifiniture la fanno da padrone. Se possedete queste qualità, potete iniziare la vostra formazione sul campo cominciando col frequentare un corso da pasticcere professionalizzante che vi fornirà basi solide su cui costruire la vostra carriera. Conoscenza delle materie prime, acquisizione delle tecniche e dei processi di lavorazione e, qualora si volesse aprire una pasticceria, nozioni di marketing e normative vigenti, sono competenze indispensabili da possedere. Aver conseguito un diploma alberghiero può rivelarsi senz’altro utile ma non è un requisito fondamentale.

Cosa fare dopo il corso da pasticcere

Le possibilità occupazionali sono molteplici: aprire una pasticceria propria, lavorare in un laboratorio artigianale, trovare un impiego presso ristoranti, catene alberghiere e navi da crociera, o anche nelle aziende che producono attrezzature e semilavorati in cerca di personale per le dimostrazioni pratiche. Per quanto concerne la retribuzione, magari inizialmente i compensi non saranno elevatissimi ma, col tempo, un bravo pasticcere potrà arrivare a guadagnare anche cifre  di tutto rispetto, ovviamente in relazione al livello che riesce a raggiungere grazie alla propria esperienza e competenza.

IN Pasticceria: corso della scuola In Cibum per aspiranti pasticceri

IN Pasticceria è un percorso formativo esclusivo ed altamente professionalizzante che approfondisce le basi dell’arte dolciaria italiana proiettando giovani aspiranti pasticceri nel futuro, sotto la guida dei migliori professionisti italiani. Si svolgerà in 20 sessioni didattiche che si terranno dal lunedì al venerdì, dalle 9.00 alle 18.00. Il corso avrà una durata complessiva di 1.200 ore di cui 168 di aula, 392 di laboratorio e 640 di stage. Programma del corso:

Modulo 1. Etica del lavoro e cultura del lavoro

  • Formazione della persona: lavoro ed etica professionale
  • Orientamento al lavoro e all’autoimprenditorialità
  • Normativa di settore: sicurezza e HACCP
  • Conoscenza del contesto di lavoro: ruoli, attività e responsabilità
  • Le attrezzature specifiche della pasticceria

Modulo 2. Merceologia e trattamento delle materie prime

  • Macro e micro nutrizione
  • Intolleranze alimentari e allergeni
  • Ingredienti di base: farine, uova, latte e zuccheri
  • Aromi e spezie
  • Frutta secca e frutta fresca

Modulo 3. Le basi della pasticceria

  • Preparazione della pasta frolla: classica e altre tipologie
  • Pasta choux, pan di Spagna, pasta sfoglia, pasta brisé
  • Preparazione delle creme: pasticcera, al limone e altre tipologie
  • Il cioccolato ed il caffè
  • Pasticceria italiana: i dolci regionali italiani
  • Le fritture
  • I grandi lievitati: tipologie, tecniche e preparazione
  • Panificazione e pasticceria salata
  • Dessert da ristorazione
  • Torte fredde e semifreddi
  • Gelateria

Modulo 4. Tecniche avanzate di pasticceria

  • Merceologia: farine e zuccheri alternativi
  • Tecnologie d’avanguardia: forni rational, roner, pacojet, cotture sottovuoto e frittura assoluta
  • Procedure e tecniche avanzate di lavorazione e preparazione di prodotti da forno dolci e salati
  • Pasticceria internazionale
  • Senso estetico e creatività
  • Analisi sensoriale: esaltazione dei profumi e dei colori

Modulo 5. Visual merchandising in pasticceria

  • Tecniche e modalità di esposizione del prodotto
  • Dal buffett alla vetrina
  • Il visual merchandising
  • La scelta del sistema di costing
  • Ottimizzazione delle materie prime e pianificazione dell’offerta
  • Food communication e marketing
  • Restaurant marketing

Modulo 6. Approfondimento linguistico

  • Inglese tecnico
  • Francese tecnico
IN Pasticceria si terrà presso la Scuola di Alta Formazione Gastronomica In Cibuma Pontecagnano Faiano (SA), Via Leonardo da Vinci 17/A. Il corso si concluderà con un tirocinio in un ristorante stellato.

Tags:
Nessun commento

Posta un commento